EUPL.IT for eGov
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Rassegna

EUPL.IT segnalato sul portale “Marco Aurelio” della Direzione Organizzazione e Sviluppo del Comune di Roma Capitale dedicato alla Formazione del Personale

Il Portale per la Formazione di Roma Capitale “Marco Aurelio”, realizzato dalla Direzione Organizzazione e Sviluppo del Comune di Roma, Dipartimento per le Politiche delle Risorse Umane, prevede

un piano per la formazione e la valorizzazione dei dipendenti, per rendere più efficiente l’amministrazione, per qualificare ed elevare la professionalità dei propri dipendenti, per migliorare la qualità dei servizi ai cittadini. Nel quadro generale del rinnovamento della Pubblica Amministrazione, che si sta realizzando anche attraverso profonde riforme legislative, l’Amministrazione capitolina, che conta circa 27.000 dipendenti, intende sviluppare un piano organico e programmato di formazione, basato su di un coinvolgimento ampio e attivo dei destinatari, su di un’analisi dei bisogni individuali e dei bisogni organizzativi dei diversi servizi.

 

Nella sezione documenti del predetto portale viene segnalato il sito EUPL.IT e l’articolo seguente, segnale apprezzabile della crescente attenzione all’uso della licenza EUPL da parte della P.A. italiana:

 

L’inclusione della EUPL tra i temi su cui concentrare la formazione del personale è un passaggio importante per lo sviluppo tecnologico degli Enti Locali. Alla Direzione Organizzazione e Sviluppo del Dipartimento per le Politiche delle Risorse Umane Comune di Roma, pertanto,  va riconosciuto in nostro apprezzamento.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

Pubblicato sul sito dell’OSOR.EU il caso del Disciplinare di Gara di SardegnaIT, segnalato da EUPL.IT

Sul sito dell’OSOR.EU Patrice-Emmanuel Schmitz ha illustrato il caso italiano segnalato su EUPL.IT, avente ad oggetto un disciplinare di gara emanato da SardegnaIT per un appalto di fornitura di software in ASP.

Nell’ambito di tale appalto, la valutazione dell’offerta tecnica contemplava l’attribuzione di apposito punteggio, ancoché esiguo, in caso di presentazione di software sotto licenza EUPL.

Veniva prevista, invece, l’attribuzione di un punteggio leggermente inferiore qualora la soluzione tecnica proposta fosse diversa dall’EUPL, ma consentisse comunque di attuare le strategie di riuso del software.

Ecco il commento di P.E. Schmitz (“A case study on fai procurement for FLOSS in Italy;) , che riporto di seguito:

The Region specifications state that all received proposals (proprietary or open source) will be evaluated technically and economically as follows:

Technical Evaluation Points
A Quality and maturity of the proposed solution 20
B Functional compliance with the needs 35
C Quality and capacity of the service provider 10
D Compatibility with the operating environment 10
E Provision of a “re-usable” solution (1) 3
F Provision of an “EUPL compatible” open source solution (2) + 2
Economical Evaluation .
G Delivery price 14
H Yearly maintenance cost 3
I Daily prices for “on request” support  services 3
Total of points 100

(1)     the solution is “reusable” when its licence authorizes all other local administrations in Italy to implement and use it.

(2)     the solution is “open source” when its licensing conditions comply with the European Union Public Licence (EUPL) taken as reference. “+2” means that two points are added to the three points obtained for a “reusable” solution: open source solutions are always reusable.

Comments

The two technical parameters A and B (perceived quality and functional compliance, 55% in total) receive priority, which is normal.

Parameters C and D (technical capacity and compatibility with the existing environment, 20% in total) may provide some advantages to well established vendors (including proprietary software providers, especially if the existing environment is proprietary).

On the other hand, parameters E, F, G, H (22% in total) should advantage an open source solution, the open solution providers or integrators.

An advantage of 5% (for providing a solution that the administration could distribute under the EUPL or which is compliant with the EUPL requirements) may look minimal, but it may also be decisive when the technical and economical aspects of two proposed solutions are comparable. The formal reference to the EUPL is not exclusive (evaluators could accept other OSI approved licences with similar characteristics). However, the uniqueness of the EUPL (which has official value in Italian and complies with the European Union law) is a strong incentive to use this licence.

References:

This case was kindly submitted to OSOR by professore Fabio Bravo. See the comments of professore Bravo on: www.eupl.it (in Italian)
Specifications of the Region Sardinia (DISCIPLINARE DI GARA – in Italian)
The
EUPL (in all EU languages)

Ringrazio ancora Patrice-Emmanuel Schmitz e l’OSOR.EU per l’attenzione posta al monitoraggio che EUPL.IT sta conducendo e colgo l’occasione per chiedere alle P.A. italiane di volermi segnalare le best practice poste in essere.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

.

EUPL.IT segnalato da Punto-Informatico

Il sito EUPL.IT è stato segnalato su Punto-Informatico, nella sezione “Siti per navigare”, 24-8-2010.

L’attenzione mediatica a questo progretto cresce.

Ringrazio la testata telematica per aver voluto, del tutto spontaneamente, contribuire in tal modo alla diffusione della EUPL (European Union Public Licence) e, più in generale, dell’open source nella pubblica amministrazione, portando all’attenzione dei propri lettori questo sito, che rimane, anche a livello internazionale, l’unico interamente dedicato alla licenza pubblica dell’Unione Europea, tanto da essere addotto come esempio sul sito dell’OSOR.EU.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

.

EUPL.IT su Wikipedia alla voce European Union Public Licence

Su Wikipedia, nella versione in lingua italiana, è stato definitivamente inserito il link a EUPL.IT all’interno della voce “European Union Public Licence”.

Fabio Bravo

www.fabiobravo.it

.

EUPL.IT segnalato sul sito dell’OSOR.EU

Con piacere si riporta, a titolo di rassegna,  la notizia della segnalazione del sito EUPL.IT sul sito dell’OSOR.EU (Did you know that a web site is dedicated to the EUPL in Italy?)

L’attivazione di un sito interamente dedicato all’EUPL costituisce, infatti, una novità assoluta ed è un punto di forza per i Paesi membri. Altro punto di forza del progetto EUPL.IT risiede nella sua provenienza dal mondo della ricerca universitaria.

C’è da auspicarsi che la nostra idea venga replicata anche in altri Stati dell’Unione Europea, in modo da assicurare una maggiore diffusione delle esperienze, dei progetti e delle best practices per le imprese e le P.A.

.

EUPL.it segnalato su OSS Watch Team Blog

L’OSS Watch (Open Source Software Advisory Service), con uffici presso la Oxford University Computer Services, ha segnalato il sito “EUPL.IT” sull’OSS Watch Team Blog, all’interno di un post intitolato “Guest post:2010 – Threats to copyleft“.
In particolare, nella parte in cui si parla della Euroepan Union Public Licence (EUPL) e della sua applicazione nell’Unione europea, si trova affermato:

In Europe, the recent – OSI approved and copyleft – European Union Public License (EUPL) meets some initial successes due to its compliance with Member States’ law and because it has equal value in the 22 languages of the Union. It has been selected by the German Federal Agency for Information Technologies, it is the license of choice in schemes published by the Dutch NOiV (see on the www.OSOR.eu site an English version of this scheme, translated by a member of the Swiss administration), a dedicated EUPL site was created in Italy, etc. (… ;)

Si ringrazia per la mensione, in un contesto di notevole livello, che ci fornisce riscontri sulla bontà dell’iniziativa e nuovi stimoli per procedere, seppur a passi piccoli ma decisi, nella direzione intrapresa.

.